Art.homes – coinquilini all’opera


10 appartamenti, 20 artisti. In ogni casa due artisti: uno di Istanbul e l’altro di Monaco. Lo scopo: dare spazio, nell’arco di due settimane di convivenza, ad un laboratorio culturale ed artistico. Nello spazio dei loro appartamenti gli artisiti potranno esprimersi e incrociare idee per ridisegnare e ricreare l’ambiente.

Il progetto art.homes organizzato in collaborazione tra artisti di Istanbul e Monaco, ha già avuto il suo inizio qua ad Istanbul, in 10 appartamenti, collocati in zone centrali della città, aperti al pubblico.

Nelle case tanti progetti ed idee diverse. In casa di  Siyoung e Elif ad esempio collages di giornali  e di riviste si affiancano: Elif lavora principalmente con pezzi di giornale, che ritaglia e cuce, ha anche montato un video di “sospiri”: tutte le pause e le riprese di fiato dei conduttori di telegiornali e programmi televisivi. Siyoung lavora anche con i collages ma ne ha fatto dei quadretti meccanici. Ha anche costruito degli animali al guinzaglio meccanici con le teste anch’esse di carta.

 

Patricija e Pelin hanno invece hanno avuto a disposizione una casa  – con tanto di proprietario all’interno – piena di ricordi e di storia. Una delle camere era piena di documenti accumulati durante una vita. Loro si sono rimboccate le maniche  e ne hanno fatto una sorta di tempio del passato, dove dal soffitto pendono le pagine di una vita, sotto invece un antico tavolo di legno Così hanno creato un’atmosfera casalinga, allo stesso tempo calda e misteriosa. Patricija allo stesso tempo lavora al suo mosaico di zollette di zucchero. Sta riproducendo a suon di zollette bianche, degli spaccati della città sul muro di casa. Pelin invece organizza a giorni alterne delle performances culinarie, durante le quali cucina ed offre agli ospitti piatti “hardcore” della cucina turca: zuppa di trippa, teste di capra, cuori e cervelli.

Michael e Dunya invece hanno deciso di riarredare il loro appartamento con sculture di cartone, che si accostano perfettamente con lo strano stile dello spazio, solitamente riservato a turisti.

 

Questi solo alcuni esempi  – e i più facili da descrivere a parole – dell’interessante progetto, la quale riuscita sembra dare spunto per altri eventi dello stesso genere, di collaborazione e di scambio. Le case rimarranno aperte al pubblico ancora questa settimana, mentre il prossimo appuntamento è fissato per l’anno prossimo a Monaco.

 

Per maggiori informazioni riguardo alle case, come trovarle e quando andare: http://www.art-homes.de/english/

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: