Continuano le proteste silenziose dei Duran Adamlar


Prosegue la protesta silenziosa e immobile dei #duranAdamlar, uomini immobili (e #durankadınlar, le donne immobili). A Taksim, a Beşitaş, davanti al Palazzo di Giustizia, al toro di Kadıköy (statua principale del distretto asiatico), davanti alla stazione di Haydarpaşa: ormai in ogni punto cruciale della citta’ ci sono persone immobili in segno di protesta contro le violenze subite durante le scorse settimane e contro l’atteggiamento intransigente e la retorica del terrore del Primo Ministro turco Recep Tayyip Erdoğan.

20130620-145927.jpgTutto ha avuto inizio il 17 Giugno, quando Erdem Gündüz, ballerino e coreografo turco, ha inaugurato una nuova forma di protesta. Si é fermato inPiazza Taksim rivolto verso il Centro Culturale Ataturk (AKM) ed è rimasto immobile per ore, fino a tarda notte.

Ieri, un gruppo di otto persone si sono messe in piedi immobili davanti alle persone immobili in Piazza Taksim, dando le spalle all’AKM. Portavano delle magliette bianche con su scritto “uomini immobili contro uomini immobili”. Le barbe dei ragazzi tolgono ogni dubbio riguardo alle loro preferenze religiose.

duran adam carşı duran adam

Intanto la polizia che presidia Piazza Taksim é stata fornita di libri e ieri sedeva all’ombra di un albero leggendo. Nel frattempo in tutta la citta’ gruppi di artisti e attivisti si stanno formando spontaneamente, creando forum di dibattiti per parlare di cio’ che il paese ha vissuto nelle ultime settimane e capire come puo’ evolversi.

Ahmet, uno scultore emergente di 30 anni mi spiega: “Quello che é successo a Gezi Park non deve essere dimenticato. Abbiamo imparato molto: conosciamo meglio il nostro governo, le sue reazioni, ma anche la nostra forza. Adesso sappiamo di essere in molti a sentire le stesse necessita’. Spero che riusciremo a costruire qualcosa di nuovo da questa esperienza, passando dalla protesta a qualcosa di piu’ concreto ed efficacie.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: